4 Novembre

saluto-alla-patria

La festa del 4 Novembre commemora il giorno in cui, nel 1918, avvenne la firma dell’armistizio con l’Austria e in pratica la fine della Prima Guerra mondiale.

Una vittoria frutto della dedizione, del sacrificio e dell’unità del popolo italiano.

Una vittoria che costò la vita a moltissimi italiani: ragazzi provenienti da tutte le regioni d’Italia. Da diversi anni, in tutta Italia, questo è il giorno in cui si ricordano anche gli altri conflitti e perciò la giornata viene definita “Festa delle Forze Armate” e “Festa dell’Unità Nazionale”. Come ogni anno, anche l’I.C. “Gaglione” si è attivato e ha partecipato alla commemorazione dei propri defunti. Accompagnati dalla Dirigente prof.ssa Maria Belfiore e da una delegazione scolastica, gli alunni delle classi terze di scuola secondaria, gli alunni delle classi quinte con una piccola rappresentanza di alunni di scuola dell’infanzia, hanno raggiunto in corteo la piazza “S. Antonio Abate” che ospita il monumento dedicato alle vittime di guerra. Alcuni ragazzi hanno innalzato lo stendardo di rappresentanza scolastica, gli alunni della primaria hanno sventolato le bandierine tricolore per tutto il percorso del corteo, arricchito ancora da cartelloni e striscioni sulla pace nel mondo.

Il Sindaco, dopo aver deposto una corona ai piedi della lapide, ha sottolineato l’importanza di questa ricorrenza in questo anno perché coincide con i 70 anni della nascita del nostro comune. Solenne, poi, è stato l’intervento del nostro parroco Don Giuseppe con la lettura di un passo della Bibbia. La scuola è intervenuta con la recitazione di poesie, riflessioni sul Tricolore, sulla pace e sulla libertà. Il momento più emozionante è stato l’Alzabandiera e quando i Bersaglieri della Brigata Garibaldi hanno reso onore ai Caduti con l’esecuzione del “Silenzio”, seguita poi dal lancio di palloncini tricolori da parte dei piccoli di scuola dell’infanzia.

La manifestazione si è conclusa con un ulteriore momento solenne, tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo hanno cantato in coro l’Inno nazionale “L’Inno di Mameli” rendendo ancora una volta omaggio a tutti coloro che con il loro sacrificio ci hanno regalato la libertà e un futuro migliore.

[nggallery id=57]